.
Annunci online

Martenot-Neon [così è se mi pare]
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 193128 volte

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.

28 ottobre 2012
CULTURA
Altruismo italiano
L'Italia è il paese dell'altruismo. Tutti vogliono contribuire a renderlo sempre più bello e florido senza mai demordere un istante. La classe politica è composta per lo più da uomini d'onore i quali, anche quando vengono colpiti dalla magistratura, preservano intatto un enorme senso etico, restando al proprio posto per dimostrare a tutto il mondo il loro valore immenso. Essi sono talmente caparbi
 che si concentrano sulla gestione della Cosa Pubblica con ancora più foga, aggiungendo zelo e costanza. E ci vuole davvero un grande cuore per poter essere così. 
Gli anziani sono i più altruisti di tutti: per dare il buon esempio invogliano i giovani a lasciarsi coinvolgere insegnando loro tutto quello che hanno imparato sulle nomine e la gestione del potere. Con i più meritevoli sono talmente altruisti che non permettono neppure che questi lavorino un solo minuto invogliandoli invece ad investire nella formazione. In Italia si è talmente formati che si è giovani anche a 45 anni! E non si deve lasciare la casa dei propri genitori perché sarebbe uno sperpero di denaro, specialmente se hai una compagna e vuoi farti una vita: anche i giovani sono così ligi all'esercizio dell'altruismo che restano a casa per far compagnia ai propri genitori. Si sa, la famiglia è una cosa importante. Inoltre i giovani hanno anche tante possibilità di scelta: possono andare all'estero, farsi raccomandare, fare la carriera ecclesiastica, ecc. Quelli che hanno imparato ad evadere il fisco possono addirittura aprire un'impresa, pensate! Con la benedizione delle banche, sempre pronte a spalleggiare l'imprenditoria giovanile. Poi c'è tutto il lavoro sommerso nella quale un giovane può fare carriera nello spaccio, nel contrabbando, nella contraffazione e nel riciclaggio. I più zelanti ricoprono anche più ruoli contemporaneamente. Ma i più altruisti di tutti sono quelli che rinunciano alla propria carriera per poter ricoprire ruoli solo ed esclusivamente al fine di onorare il proprio paese. Così chi ha studiato Lettere o Giurisprudenza con la mano sul cuore si sacrifica e, preso dal patriottico impeto, corre a lavorare facendo il promoter o il centralinista con contratti a progetto o a tempo determinato. Eh sì, perché i giovani sono talmente buoni che prima o poi sanno di dover lasciare il proprio posto ad un altro. Tutti hanno il diritto di lavorare. Il Ministro del Lavoro è così contenta che si commuove perché i giovani italiani sono choosy, cioè hanno tanta facoltà di scegliere. Certe volte dice che esageriamo, troppo altruismo non può essere vero. Ma tutti in Europa sanno che l'Italia è un Paese dal cuore grande. Quando uno ruba lo perdoniamo, perché comprendiamo la sua tragedia umana. Ricordo che quando Craxi rubò tanti soldi, la gente scese in strada a lanciargli monetine, in modo che egli non avesse più bisogno di rubare. Che gran Paese che è l'Italia. Che fortuna vivere in un luogo simile. L'Italia è un esempio per tutti ed io ne vado fiero!
sfoglia
  




IL CANNOCCHIALE